1938 Alfa Romeo 8C 2900 Le Mans

La vettura più strepitosa della sua epoca

 

Bisogna essere obiettivi: a partire dalla metà degli anni Trenta, la Alfa 8C 2900 fu la vettura più strepitosa in circolazione. Il motore a otto cilindri in linea da 2,9 litri si basava sul vincente modello da corsa Tipo B, che nel 1935 non bastava più per vincere Gran Premi, ma era più che sufficiente per la strada. La vettura era un miracolo per la sua epoca: testa in lega leggera, due alberi a camme in testa, due compressori, 180 CV a 5.200 giri/minuto per la strada, 220 CV per le corse come la Mille Miglia o la 24 ore di Le Mans. Senza contare lo schema Transaxle, con motore anteriore e cambio posteriore. E senza contare nemmeno le sospensioni indipendenti. Era il 1936. La 8C 2900 esisteva nella versione passo corto (2,8 metri) e passo lungo (3 metri). E nella versione A e B, quest’ultima lanciata nel 1938, con una tripla vittoria alla Mille Miglia. A proposito di Mille Miglia! Al volante di una 8C 2900 B, Clemente Biondetti vinse la gara anche nel 1947. Senza compressori. E con 137 CV. Perché il regolamento voleva così.

 

Altre Alfa Romeo classiche si trovano sempre su www.radical-mag.com.

 

 

Foto ©Peter Ruch.